Luca Ricciardi, documentarista, lavora dal 2007 come autore e producer per la casa di produzione DocLab srl, collaborando alla realizzazione di documentari storici (Topografia della memoria – 2008 e Fumo nero all’orizzonte – 2008), programmi televisivi (SuperQuark -2008 e 2009) e video istituzionali (Museo dell’Automobile di Torino - 2010), e lavorando all’ideazione e allo sviluppo di nuovi progetti.

Nato nel 1975 a Roma, dopo una formazione umanistica e alcuni corsi nel campo della multimedialità e del video-giornalismo, ha iniziato nel 2003 a collaborare con l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, realizzando documentari prevalentemente a carattere storico e sociale. Tra questi, Giacomo Matteotti (2004), Le parole del carcere. Adriano Sofri racconta (2004) e otto brevi documentari per la collana Mestieri (2005 - 2006). Dal 2003 collabora anche con il Circolo “Gianni Rodari” onlus e nel 2006 promuove l’associazione LABnovecento. In quest’ambito dirige il festival cinematografico Visioni Fuori Raccordo (dal 2006 al 2010) e cura la realizzazione di alcuni documentari (Le grotte della memoria – 2004, Abitare a Roma – 2009, Porrajmos – 2010).

Dal 2009 è garante della Fondazione Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, di cui è stato consigliere d’amministrazione negli anni 2009 e 2010.